sabato 27 dicembre 2014

Finocchi ricetta light









Ricordo che un tempo la mia mamma faceva bollire
 i finocchi fino a metà cottura, 
dopo di che li rosolava in abbondante burro e infine 
li cospargeva generosamente di parmigiano, erano squisiti ma oggi…
come la mettiamo con colesterolo, trigliceridi e compagnia bella?!
Ecco la mia versione "light",  adatta anche
 a che è dieta post feste natalizie..


Dopo aver pulito, lavato e tagliato a pezzi i finocchi 
li metto in una padella antiaderente con la parte tonda in alto
 e li copro completamente di brodo
 (acqua e dado vegetale senza glutammato) e li lascio cuocere
 lentamente sino a quando avranno assorbito completamente
 il liquido..a questo punto saranno anche morbidi e li giro delicatamente, 
 li cospargo con una cucchiaiata di grana grattugiato 
e termino la cottura..vi assicuro che sono buonissimi
 anche così..naturalmente se vi piace questa verdura!




I gambi e le foglie esterne non buttatele, mi raccomando!
 Tritatele con il mixer ed aggiungetele alle altre verdure 
 per un minestrone light, sono un'ottima fonte
di fibre ed hanno pochissime calorie!


sabato 20 dicembre 2014

Strudel di mele

Gradite una fetta di strudel con un bel thè caldo?
Non amo molto quello fatto  con la pasta sfoglia,
 preferisco la ricetta tradizionale, eccola:



Ricetta tradizionale personalizzata
  (più semplice)

martedì 16 dicembre 2014

Pane "bigio"

E' pane fatto con un mix di farina di grano tenero e di 
grano saraceno che gli conferisce il caratteristico colore, 
diverso da quello del pane di segale..decisamente più scuro.
Il grano saraceno in realtà non è propriamente un cereale ma appartiene 
alla famiglia delle Polygonacee e il suo nome scientifico è
"fagopyrum esculentum".  
Non contenendo glutine è molto utile nella dieta delle persone affette da celiachia, 
inoltre ha particolari proprietà: protetegge l'elasticità dei vasi sanguigni 
e combatte l' iperglicemia. Pare contenga anche delle sostanze
 anti-tumorali che attualmente sono oggetto di studio.
Con la sua farina si producono i famosi pizzoccheri, la polenta taragna
e gli "sciatt," delle gustose frittelle dal cuore di formaggio,
 specialità della Valtellina.



Ingredienti 
per 2 grossi "filoni":

lunedì 8 dicembre 2014

Qualche altra casetta di pandizenzero



Ecco altre casette con  caramelle e bonbon colorati,
rotelle di liquirizia e tanta glassa per la gioia
 dei bambini golosi ( e anche dei grandi! )


venerdì 5 dicembre 2014

Pane con uvetta e noci




Filoni di pane con uvetta e noci

ingredienti:

mix di farine: 
gr 300 farina 00 
gr. 300 semola rimacinata di grano duro
gr. 100 farina di castagne
gr.300 di pasta madre già rinfrescata
sale q.b.
acqua tiepida 1 tazza
uvetta gr. 250
noci sgusciate una manciata

Impastare le farine con la pasta madre sciolta nell'acqua, 
aggiungere il sale e continuare a lavorare bene.
Unire da ultimo l'uvetta ammollata e infarinata e le noci spezzettate.
Formare 2 filoni e disporli sulla placca del forno,
metterli a lievitare nel forno spento sino a quando avranno raddoppiato
il volume. Cuocerli in forno caldo per 40'.

Non è un vero e proprio dolce, ma un pane dal sapore particolare:
il dolce dell'uvetta si sposa con il salato del pane e con il gusto delle noci..
a noi piace, spero che incontri anche il vostro gradimento!



lunedì 1 dicembre 2014

Casette di pan di zenzero

Per me non c'è Natale senza il profumo di zenzero e cannella..
le casette di pandizenzero poi mi hanno sempre affascinato fin da piccola, 
Queste sono di forma assai semplice, tuttavia conviene prima farsi un modellino di cartone. 
La mia ricetta dell'impasto è quella dei biscotti speziati e la trovate nel post precedente
 una volta steso a circa mezzo centimetro di spessore si tagliano i pezzi
 e  si cuociono a 180° per 15', poi si assemblano con una glassa piuttosto densa.

Per la glassa: 

sbattere leggermente una chiara d'uovo con qualche goccia di limone 
e poi aggiungere gradatamente lo zucchero al velo 
(circa 300 grammi o comunque una quantità sufficiente 
ad ottenere una consistenza abbastanza solida.)  
La glassa, oltre a fare da collante, serve a decorare il tetto come "neve"
 a cui si "incollano" caramelle colorate, confetti e altri dolcetti a piacere. 
Con un bastoncino di liquirizia ho fatto la staccionata.



                                                                    Ecco alcuni particolari




Ed eccole confezionate e pronte per essere regalate..
di solito piacciono molto e un po' a tutti, grandi e piccini..
A me comunque piace farle, 
 mi sembra quasi di tornate un po' bambina!






http://decoriciclo.blogspot.it/2014/12/natale-da-vivere-la-tavola.html

Profumo di biscotti allo zenzero

Fin da quando ero una ragazzina ho l'abitudine di preparare dei
dolci per Natale…allora non c'erano tante attrezzature e
materiali come adesso, ma ci si arrangiava
con quanto si aveva a disposizione.



Nel tempo ho acquistato stampi e formine, ma sono rimasta  fedele
alle mie vecchie ricette…questa è una "panoramica" di
qualche anno fa. le foto sono un po' scarse...
beh, non che ora siano molto meglio!


Ed ecco la mia ricetta base dei:

Biscotti speziati 

Ingredienti:

Farina1 kg, 
 Zucchero di canna gr.250,
 miele gr.200, 
burro gr.250, 
 1 uovo intero+ 1 tuorlo, 
1 cucchiaino di bicarbonato, 
1 cucchiaino di cremor tartaro, 
1 cucchiaino di cannella in polvere, 
1 cucchiaino di zenzero in polvere, 
mezzo cucchiaino di pepe bianco
 mezzo cucchiaino di sale.

Unire tutti gl ingredienti nell'impastatrice oppure in una larga ciotola e impastare bene, 
fare una palla e lasciarla riposare al fresco. 
Stendere l'impasto sulla carta forno in una sfoglia alta 1/2 cm 
e ritagliare con le forme desiderate. 
Cuocere i biscotti in forno a 180° per 15 minuti. 
Una volta raffreddai potete decorarli con glassa e confettini o a piacere. 
Si conservano a lungo in una scatola di latta, 
e potete quindi prepararli in anticipo.